La Nostra Storia

Immerso in un parco di tre ettari, il Casale Conte Jacopo ha attraversato diverse fasi evolutive, che ne hanno cambiato profondamente l’aspetto nel corso del tempo.

Nel XVII secolo viene edificato il primo nucleo, destinato probabilmente ad uso rurale. Ne resta una testimonianza in un’iscrizione del 1631 ritrovata durante i lavori di restauro della struttura.
Verso la fine dell’Ottocento l’edificio diventa un essiccatoio per il tabacco, sull’onda dello sviluppo della tradizionale e ormai storica tabacchicoltura umbra. A metà del Novecento il fabbricato subisce nuove modifiche, viene ampliato e riconvertito in residenza privata. Si trasforma così nella elegante dimora di un nobile locale.
Oggi il caseggiato, che ha una superficie di circa 500 metri quadri, è restaurato in ogni sua parte. I lavori hanno messo in luce brani architettonici delle varie epoche. Da un vecchio contrafforte alle originarie tavelle in cotto, dalle architravi in legno di quercia a delle piccole nicchie nell’ala più antica della casa.